You are here
Home > Art > A Bologna, Van Gogh Alive -The Experience: 7×7 perché si o forse no

A Bologna, Van Gogh Alive -The Experience: 7×7 perché si o forse no

di Ilaria Minghetti

Dal 4 maggio al 30 luglio a Bologna, presso la ex Chiesa di San Mattia in via S.Isaia n. 14, dopo aver girato praticamente in lungo e in largo per tutta l’Europa, si tiene la Mostra “Van Gogh Alive-The Experience”.
“Pensieri ed emozioni tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, dove realizzò i suoi capolavori. La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, grafica multi canale e suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. In un attimo si inizia un viaggio, l’esplorazione di angoli e dettagli, un’esperienza che trascende da tutte le installazioni tradizionali. Sinfonie vibranti di luci, colori e suoni, combinati e amplificati per creare ciò che i visitatori chiamano “un’esperienza indimenticabile multi-sensoriale”

Così riporta il lancio pubblicitario della mostra, con  una premessa del genere io e la piccola non potevamo decisamente perderla.

Come è andata?

Diciamo che vi lascio 7 motivi per cui dovete andare a dare un’occhiata ad una delle Mostre dell’anno…o forse no??

  • Non è una Mostra dove sono esposti quadri, potremmo, in questo caso, parlare più di “installazione “. Se pensate che l’arte debba uscire dai soliti schemi un po’ rigidi per farsi apprezzare ed essere fruibile a tutti “Van Gogh Alive” è perfetta per voi.
  • Non è una Mostra tradizionale…eh, grazie, lo avevamo capito….ma vale la pena di puntualizzarlo ulteriormente…se pensate che un genio immortale come Van Gogh e le sue opere siano sacri e intoccabili, lasciate stare.
  • È perfetta per i bambini liberi da ogni forma di costrizione, possono correre, ballare e quasi “entrare” nelle opere di Van Gogh…può essere un modo insolito per avvicinarli all’arte…quindi…perché no?
  • È costosa il prezzo è un pochino più alto rispetto alla media delle altre Mostre, almeno qui a Bologna,e  possibilità di riduzioni sui biglietti sono davvero pochine, siccome parafrasando un noto film “a grandi prezzi corrispondono grandi aspettative” vi dico subito
  • È concentrata in un unico ambiente quando siamo entrate lo ammetto ho pensato alla sòla dell’anno; mi aspettavo un percorso più ampio, invece il visitatore è lì, in una unica stanza dove le opere vengono proiettate a 360 gradi e si guarda intorno un filino perplesso accompagnato da
  • Una musica piuttosto suggestiva la colonna sonora della “ Van Gogh Alive”  è davvero bella, il surround non risulta per nulla fastidioso,  e finisce con l’essere, forse, la cosa migliore dell’intera esibizione
  • A Bologna in questo momento trovate di meglio ma se cercate un attimo di fresco in questa torrida estate allora andate pure…

Rispondi

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi